Archivio dei tag

Dal terzo settore 4 milioni di volontari per 70 miliardi di fatturato

Vincenzo Lucarelli

Sia per l’economia e sia per la sicurezza e l’igiene del lavoro, nell’ambito del terzo settore, può farsi strada una speranza concreta di impegno tecnico – professionale per uscire dalla crisi in cui si dibatte il Paese. Non è casuale un’indagine conoscitiva sull’argomento che parte da San Patrignano per comprendere a pieno quanto sia importante recuperare significative risorse umane, professionali ed economiche. Persino in riferimento ad una specifica letteratura sociale che mette in evidenza iniziative volte a fare del bene. Maggiori informazioni

Recensioni e segnalazioni bibliografiche. “Drammi inevitabili o eventi prevedibili?”

Vincenzo Lucarelli

È questo l’interrogativo che fa da sfondo ad una originale pubblicazione sul fenomeno degli infortuni negli ambienti di lavoro-(Editore Stampa “La nuova tecnografica”, esposta a Bologna-Fiere, 15-18 ottobre 2013, nella cornice della Rassegna, “Ambiente e lavoro”), resa visibile per la sua collocazione in un apposito stand della Regione Puglia, Assessorato alle politiche della salute, che ne ha curato la redazione e l’allestimento tipografico. Entrambi, affidati allo specialista in Medicina del Lavoro, Antonio Lo Izzo, unitamente ad un Comitato di esperti della materia nelle persone di Elisabetta Viesti, Domenico My e Nicola Dipalma. Maggiori informazioni

Prevenzione e infortuni sul lavoro. Tra omogeneità applicativa e politiche pubbliche sul territorio

Vincenzo Lucarelli

Quanto al titolo che fa da cornice ad alcune riflessioni critiche, appare necessario sottolineare come la riduzione percentuale di morti, malati e invalidi nell’ ambiente di vita e di lavoro, ha urgente necessità di una strategia unitaria consolidata, ancora in lista di attesa, al di là delle percentuali di accadimento diffuse dall’ Istituto assicuratore. Maggiori informazioni

Crisi o non crisi, purtroppo bisogna occuparsene

Vincenzo Lucarelli

Non sarebbe compito specifico di questa pagina entrare nel merito della crisi in atto. Tuttavia, per un Organismo di prevenzione dei rischi nei luoghi di lavoro e di vita, come la SAIL626, non è possibile dimenticare, soprattutto in questo momento, l’attesa dei territori per le condizioni di ordine socio-economico della vita associata. Attesa che, per
alcuni aspetti particolari, è del tutto diversa dagli anni del miracolo economico italiano. Persino in quelli a ridosso del terzo millennio e successivamente. Maggiori informazioni

Commissione morti bianche: perchè non volerla?

Fulvio Fornaro

Il 15 gennaio 2013, relatore il senatore Oreste Tofani, si è tenuta presso il Senato della Repubblica, la relazione finale sull’attività svolta dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno degli infortuni sul lavoro con particolare riguardo alle cosiddette «morti bianche». Il Presidente Tofani, tracciando un bilancio della Commissione da lui presieduta sull’ attività svolta nel corso della XVI legislatura, si soffermava su questioni ancora aperte in materia di salute e sicurezza del lavoro. Maggiori informazioni