Archivio dei tag

In Francia stress da lavoro. In itinere come malattia professionale

Vincenzo Lucarelli

Nei giorni scorsi sono stati presentati all’Assemblea nazionale francese 3 emendamenti a una legge sul dialogo sociale, riguardanti l’esaurimento nervoso insorgente nei luoghi di lavoro come patologia meritevole di risarcimento. Sempre che le aziende chiamate in causa ne risultino responsabili obiettivamente.

Il disturbo, che viene definito con il termine inglese burnout (tradotto significa bruciato), è una condizione fisica e psichica con la quale si riducono notevolmente le capacità reattive allo stress.

Peraltro, tale condizione non trova riscontro nei numerosi testi internazionali di riferimento come vera e propria malattia da lavoro, anche se può insorgere (indifferentemente) in qualsiasi ambiente di produzione a seguito di accertamento da parte di esperti della materia, impegnati a verificarne il manifestarsi. Unitamente allo stato d’animo di chi ne è colpito. Maggiori informazioni

EXPO 2015 alla prima uscita

Vincenzo Lucarelli

L’esposizione universale (ancora) in allestimento, ha tenuto nei giorni scorsi un’anteprima ufficialità, mettendo attorno a 42 tavoli tematici i rappresentanti di 6 miliardi di persone. A riguardo, secondo Carlo Petrini di Slow-Food, i grandi assenti non sono i cosiddetti esperti della materia, ma purtroppo i contadini. Coloro cioè che sono in grado di produrre cibo per alcuni miliardi di persone da sfamare. Specialmente se si tiene conto, che, nel 1950, la terra era in grado di produrre cibo appena per 1 miliardo mezzo su una popolazione che allora ne contava 2 miliardi e mezzo. Maggiori informazioni

Coscienza del pericolo e costante richiamo alla prevenzione

Vincenzo Lucarelli

A inizio dell’anno scolastico in corso l’impressione diffusa nell’opinione pubblica è che il tempo e l’insensatezza politica abbiano contribuito a logorare l’immagine di una Istituzione pubblica fondamentale per il futuro del Paese.

Tant’è vero che sarebbe una significativa scommessa poter lanciare qualche buona idea, a partire dalla lapalissiana considerazione che non basta mettere in sicurezza gli edifici scolastici. Maggiori informazioni

Morti sul lavoro per asfissia da gas tossici ad Aprilia in provincia di Latina

Vincenzo Lucarelli

Come curatori di questo online pensavamo che tragedie come quelle avvenute per asfissia nel recente passato avessero insegnato qualcosa. Almeno per non ripetere a fotocopia (in varie aree del Paese) una dinamica di accadimento, priva di giustificazione. Invece, ci siamo illusi e siamo qui a commentare (e analizzare) episodi dovuti a esalazioni tossiche nel compostaggio di rifiuti nocivi. Maggiori informazioni

All’appello della sicurezza, soprattutto nelle scuole, non è mancato neanche il CENSIS

Vincenzo Lucarelli

In ordine di tempo, il Centro Studi Sociali del Presidente, Giuseppe De Rita, (che ogni anno gratifica l’opinione pubblica italiana di un rapporto variamente articolato) nelle ultime settimane, a ridosso delle elezioni europee, ha messo il dito sulla piaga del fatiscente patrimonio scolastico immobiliare del Paese. Ai limiti dell’incolumità fisica di bambini e alunni di ogni ordine e grado di istruzione. Maggiori informazioni

Questione morale e politica nella gestione e nella salvaguardia dell’ambiente

Vincenzo Lucarelli

Si fa sempre più palese quanto le emergenze ambientali (legate all’inquinamento) quotidianamente conquistino la ribalta mediatica. Lacune e omissioni caratterizzano i risultati delle verifiche sulla salubrità e l’igienicità dell’acqua, dell’aria e dei prodotti agricoli. Gli inquinatori da tempo hanno adottato una strategia sofisticata a geometria variabile. Tuttavia, definita illegalità istituzionale.

Infatti, l’ambiente è diventato una specie di res nullius di fronte a leggi e regolamenti ritenuti perfetti sulla carta, ma inapplicati nella prassi per renderli effettivamente producenti sul piano della prevenzione.

Maggiori informazioni

PREVENZIONE: Il tassello mancante al mosaico delle convergenze parallele del Nazzareno

Vincenzo Lucarelli

Dalla lettura quotidiana di un’approssimativa rassegna stampa non si fatica a farsi un’idea della piega assunta dagli eventi nazionali e locali. E, in ordine di priorità, a cominciare da un’iniziativa politica che spera di spezzare una inveterata consuetudine. Rappresentata dal superamento di rapporti tra forze diverse senza guarnizioni di panna montata. Non condizionati dal “pressappoco”, per usare un’espressione cara a Luciano De Crescenzo, l’ingegnere-filosofo e scrittore partenopeo. Maggiori informazioni

Commissione morti bianche: in dirittura di arrivo?

Fulvio Fornaro

Nel settembre scorso ricordavamo che il 15 gennaio 2013 (proprio un anno fa), il senatore Oreste Tofani, aveva letto, presso il Senato della Repubblica, il rapporto finale sull’attività svolta dalla Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno degli infortuni sul lavoro con particolare riguardo alle cosiddette «morti bianche». Maggiori informazioni