Archivio dei tag

Bari, Workshop 25 giugno 2015: PROMUOVERE LA CULTURA DEL BENESSERE PER PREVENIRE E GESTIRE IL RISCHIO SLC NELLE ORGANIZZAZIONI

Daniela Silenziario

La gestione efficace della salute e della sicurezza nel luogo di lavoro è un bene per i lavoratori, un bene per l’azienda e un bene per l’intera società. È particolarmente importante ricordarlo in tempi d’incertezza economica, quando le aziende, per mantenere alti i livelli di produttività, intensificano i ritmi delle attività ed il personale lavora sotto pressione per rispettare le scadenze, quindi è più facile commettere errori ed è più probabile che si verifichino incidenti. Si potrebbe essere tentati, negli attuali ambienti lavorativi soggetti a tali pressioni, di relegare la sicurezza e la salute sul lavoro (SSL) ad un «onere amministrativo» che risponde meramente agli obblighi di legge, ma sarebbe controproducente. È sempre importante conoscere e gestire i rischi nel luogo di lavoro. La campagna 2014-2015 «Insieme per la prevenzione e la gestione dello stress lavoro-correlato», organizzata dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) ha come obiettivo fondamentale  quello di aiutare i datori di lavoro, i dirigenti, i lavoratori e i rappresentanti dei lavoratori a riconoscere e a gestire lo stress e i rischi psicosociali nel luogo di lavoro. Un contrasto efficace ai rischi psicosociali crea un ambiente di lavoro sano e sicuro in cui i lavoratori si sentono valorizzati e la cultura del luogo di lavoro è più positive migliorando, di conseguenza, le prestazioni dell’azienda.

A tal proposito, la Direzione Regionale Puglia INAIL e la SIPLO hanno organizzato, per il 25 giugno p.v. a Bari, un Workshop volto a promuovere la cultura del “benessere” per prevenire e gestire il rischio SLC.

Il Workshop si terrà nell’aula I del Centro polifunzionale studenti – Ex Palazzo delle Poste Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, Piazza Cesare Battisti 1, Bari dalle 9.00 alle 13.30 e necessita di iscrizione.

 

 

SENTENZA ETERNIT: una “brillante” decisione in un mondo alla deriva

Vincenzo Lucarelli

Nel servizio informativo SAIL626, (del quale curiamo questo online) non ci siamo mai abbandonati a commentare o criticare sentenze riguardanti morti e invalidi nei luoghi di vita e di lavoro. Ci sollecita invece il pronunciamento della Cassazione civile sui 2000 morti da amianto, dovuti alla lavorazione nell’azienda Eternit, per una riflessione doverosa. Altrimenti, la stessa SAIL626 sarebbe tagliata fuori dal mondo. Fino a correre il rischio di una deriva eticamente perseguibile. Maggiori informazioni

Siamo agli Auguri per “qualcosa di nuovo”

Fulvio Fornaro

Sei mesi fa un mia riflessione augurale apparsa sul Blog SAIL626.it recitava: “Commissione morti bianche: in dirittura di arrivo?” Oggi “qualcosa di nuovo”, invero, comincia a muoversi: all’alba di un nuovo giorno di proclami da parte dell’INAIL che continua a sostenere per bocca del suo Presidente (oddio come non era mai accaduto prima è stato precisato che il riferimento era ai soli iscritti INAIL!) che il numero degli infortuni sul lavoro (dati 2013) è in calo! Se poi leggiamo qualche cifra del primo quadrimestre 2014, riferimento Basilicata, Marche e della “mia” Puglia certamente non dormiamo sonni tranquilli. Maggiori informazioni

La prevenzione dei rischi sul lavoro e nei luoghi di vita è una conquista sofferta

Vincenzo Lucarelli

Ancora una volta prevenire morti e malattie professionali a causa di lavoro dipende da una rimodulazione (per via negoziale) delle forme interpretative e applicative di norme e regolamenti codificati.

Abbiamo preso lo spunto da una nota giornalistica, apparsa domenica 5 gennaio 2014 a pagina 4 de Il Sole 24 Ore, a firma di Luigi Caiazza. Che, reca al centro il richiamo a: “4,60 miliardi” l’eventuale costo degli oneri amministrativi per la sicurezza per le medie e piccole aziende. Maggiori informazioni

Crisi o non crisi, purtroppo bisogna occuparsene

Vincenzo Lucarelli

Non sarebbe compito specifico di questa pagina entrare nel merito della crisi in atto. Tuttavia, per un Organismo di prevenzione dei rischi nei luoghi di lavoro e di vita, come la SAIL626, non è possibile dimenticare, soprattutto in questo momento, l’attesa dei territori per le condizioni di ordine socio-economico della vita associata. Attesa che, per
alcuni aspetti particolari, è del tutto diversa dagli anni del miracolo economico italiano. Persino in quelli a ridosso del terzo millennio e successivamente. Maggiori informazioni

Sicurezza collettiva a rischio dentro e fuori i luoghi di lavoro

Vincenzo Lucarelli

In questi giorni di calura estiva a geometria variabile siamo vittime e spettatori di incidenti su strada, ferrovia e nella confezione di fuochi d’artificio. Che la dicono lunga rispetto ai titoli dei quotidiani nazionali, lieti di informare i propri lettori circa gli infortuni mortali sul lavoro, complessivamente scesi al 30% in meno, anche se, nel conto finale da 5 anni a questa parte, la crisi economica ha fatto sentire i suoi effetti negativi sull’ occupazione, con una ridotta esposizione a rischio. Maggiori informazioni

Malattie da lavoro

Fulvio Fornaro

Cosa sono? Sono quegli stati morbosi riconducibili all’attività lavorativa, in particolare a causa delle lavorazioni effettuate (ad esempio la sordità da rumore, oppure i tumori causati da particolari vernici o coloranti, o tumori causati da fibre di amianto, malattie respiratorie causate da silicio e altri agenti chimici etc…etc…). Si dividono in patologie correlate al lavoro (ad esempio le malattie da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori e rachide) e le vere e proprie malattie professionali (tabellate come tali). Maggiori informazioni

Seminario sul rischio in scenari complessi. L’Aquila 26 giugno 2013

Vincenzo Lucarelli

“Doveri, costi, danni e benefici” di una prevenzione a 360°, è quanto emerge da un inedito – e provvidenziale – Seminario, svoltosi a L’Aquila nella cornice dell’Archivio di Stato. Promosso e organizzato dall’Azienda Sanitaria Locale: Avezzano-Sulmona-L’Aquila. Introdotto da un intervento di apertura del Dott. Giancarlo Silveri, Direttore Generale ASL-1 Abruzzo. Centrato sul rischio chimico, batteriologico, radiologico, nucleare, esplosivo. Maggiori informazioni

Settimana decisiva per le sorti e il futuro dell’ILVA

Vincenzo Lucarelli

E’ l’ennesima volta che ci occupiamo del più importante Centro siderurgico nazionale ed europeo. Oggetto da troppo tempo di interventi (i più vari), di risanamento. Purtroppo, finora, andati a vuoto. Quasi sempre espressione di Magistrati, Sindacati, Istituzioni europee, Governo nazionale e relativo Parlamento. A cui bisogna aggiungere a catena i problemi emersi a Terni, Piombino, Genova Cornigliano e Brescia, anche se ciascuno rappresenta una variabile nel panorama siderurgico del Paese, aggrappato negli ultimi mesi alla mediazione dell’Onorevole Antonio Tajani, Vicepresidente della Commissione europea, specificatamente incaricato. Maggiori informazioni