Archivio dei tag

AMIANTO – Per la Cassazione tempi scaduti e giustizia negata

Vincenzo Lucarelli

Stando alle argomentazioni sui rischi per la salute nei luoghi di vita e di lavoro, la produzione di amianto (e il relativo consumo che se ne è fatto e se ne fa) ha sfibrato persino l’indignazione sociale. Una questione che SAIL 626 conosce bene. E che spesso ha affrontato nella sua peregrinatio operativa, finalizzata a contribuire alla bonifica dell’ambiente. Nonché per svolgere opera informativa e formativa, sia sul risanamento e sia sul risarcimento del danno senza farsi coinvolgere dal traino mediatico. Maggiori informazioni

Lavori usuranti e nuove norma di pre-pensionamento

Vincenzo Lucarelli

E’ questo il problema legato ormai ad una importante scadenza il prossimo 2 marzo, data in cui gli interessati dovranno presentare la domanda all’INPS per ufficializzarne il riconoscimento formale. Si tratta di una dichiarazione sulla quale bisognerà specificare le motivazioni per cui il lavoratore potrà usufruire di un anticipo di pensionamento rispetto a quello diversamente prescritto. Maggiori informazioni

Bologna-Fiere 22-24 ottobre 2014. Mostra della sicurezza sul lavoro

Fulvio Fornaro

Anche quest’anno, nell’ambito del Salone dell’industria edilizia, a Bologna – Fiere si ripeterà l’esposizione della sicurezza sul lavoro, che registrerà la partecipazione di 181 espositori e 248 iniziative di aggiornamento informativo e formativo per un ammontare di 756 ore.

In particolare, l’attenzione riguarderà, oltre all’ambiente di lavoro, lo sviluppo specifico della capacità di salute come ulteriore modalità per coniugare buone tecniche di prevenzione e rendimento operativo dei prestatori d’opera.

(L.V.)

 

Un settembre nero e piovoso di morti e feriti sul lavoro, sulle strade e negli ambienti di vita

Vincenzo Lucarelli

La prevenzione, nonostante gli sforzi fin qui operati, è costantemente un tirocinio in prova, come dimostrano gli infortuni sul lavoro, i tanti morti sulle strade e nei luoghi della vita associata, che potevano essere evitati.

Avevamo già anticipato su questo online il caso recente di Adria in provincia di Rovigo, con 4 morti all’interno di cisterne per il riciclo dei rifiuti. Avevamo anche fornito critiche costruttive su come ci si dovesse comportare in simili lavori di manutenzione, rilevando purtroppo sia una serie di omissioni nell’utilizzo di presidi personali di protezione, sia di mancato rispetto dei protocolli di sicurezza prescritti dalle specifiche normative di settore. Nonché di una consolidata ed assidua informazione, legata alle negative esperienze del recente e di un remoto passato. Maggiori informazioni

Adria provincia di Rovigo 22/09/2014 – 4 morti durante il trattamento di rifiuti industriali

Vincenzo Lucarelli

Non sembra spezzarsi più la catena dei morti in ambienti confinati di lavoro. Questa volta ad Adria, in provincia di Rovigo, con una dinamica uguale a quella di Molfetta l’8 aprile scorso, che fece registrare il duplice infortunio di padre e figlio. O anche di ripensare all’altro di Capua, in provincia di Caserta a settembre 2010. Per non dire di quelli avvenuti nei mesi antecedenti in Puglia e in Piemonte. Nonché, prima ancora, in Liguria, Sicilia, Sardegna e Veneto. Maggiori informazioni

Che cosa c’è di rischioso per la salute dei consumatori negli OGM?

Vincenzo Lucarelli

Più spesso di quanto si possa immaginare, “un libro da leggere” sugli OGM non può passare sotto silenzio. Men che meno da parte di un Organismo di Prevenzione qual è quello della SAIL626. Specialmente per quanto riguarda gli eventuali consumatori che ne sono spaventati, perché la semplice parola, nella vulgata collettiva, fa paura. Evoca immagini orripilanti, come la “fragola-pesce”, con la polpa di questo frutto innervata in una lisca pungente. Oppure il “pomodoro con un feto in grembo”. Maggiori informazioni

Cisternino, 28 aprile 2014. Giornata Mondiale della Sicurezza sul Lavoro

Vincenzo Lucarelli

La manifestazione in programma a Cisternino in provincia di Brindisi ripropone, da un’ottica inedita, il  problema della sicurezza sul lavoro e del rinnovamento delle attività e degli interventi di prevenzione nello specifico campo.

Il tema del 28 aprile prossimo coinvolge sia Cisternino, sia il territorio pugliese sui morti che non dovevano morire, perché i problemi sociali del lavoro sono considerati dalla SAIL626, dalle Istituzioni territoriali e dai Sindacati persino una dimensione dell’impegno della Chiesa. Una modalità pastorale nel contesto globale del mandato di evangelizzare. Maggiori informazioni

In ricordo di Nicola Pende. Illuminante, e attuale, il suo messaggio umano e professionale

Vincenzo Lucarelli

Profonda traccia di rimpianto ha lasciato nelle contrade pugliesi, e nell’universo sanitario italiano, lo scienziato insigne Nicola Pende, scomparso nell’altro secolo, all’età di novant’anni, dopo una inesauribile attività medica e una feconda ricerca scientifica a servizio dell’umanità.

Chissà, al giorno d’oggi, quale sarebbe stata la sua reazione di fronte allo scambio di culle, con due o più papà, due mamme e quattro nonne, che dovrebbero unire due famiglie? Maggiori informazioni

Pasqua 2014. Per chi suona la campana della ripresa economica e sociale?

Vincenzo Lucarelli

Numerosi sociologi e uomini politici spesso raccontano che le attuali vicissitudini indicano l’esistenza, nel corpo sociale del nostro Paese, di una crisi profonda. Per certi versi, persino di crescenza. Con questo abbozzo di diagnosi tentano di ingabbiare alcune formidabili disfunzioni. O anche di attenuare le pesanti riserve che caratterizzano lo stato delle strutture pubbliche, al quanto disastrate dal punto di vista economico, culturale e sociale. Maggiori informazioni

Breviario di precetti politici e di prevenzione del Cardinale Mazzarino

Vincenzo Lucarelli

E’ riemerso in queste settimane dalle ceneri del ‘600 un testo latino dei praecepta paoliticae, in una traduzione miscellanea in lingua italiana, agile, efficace e vigorosa. Che va all’essenziale del pensiero del Cardinale Mazzarino, Ministro di Stato in Parigi. Il quale dispensa riflessioni e consigli non solo ai suoi contemporanei, ma anche a quelli dei secoli successivi. Tanto da destare meraviglia per come l’Alto Porporato abbia saputo trascrivere le esperienze di vita vissuta, accumulate alla Corte di Francia, subito dopo la morte di Luigi XIII, poiché il successore di quest’ultimo, Luigi XIV, il Re Sole, aveva appena cinque anni.  Maggiori informazioni