Archivio dei tag

Marco, il bambino caduto nel buco nero di un ascensore della Metro A di Roma

Vincenzo Lucarelli

Chi segue le cronache e le vicende dei rischi nei luoghi di vita e di lavoro, rimane di sasso di fronte alla notizia di un incidente mortale dovuto al blocco improvviso delle porte di un ascensore pubblico a servizio dei cittadini romani che usano la metropolitana. Cittadini immobilizzati in un ambiente confinato sotto un sole cocente di circa quaranta gradi di calore, senza la possibilità di sperare in una urgente salvezza da claustrofobia e paura. Maggiori informazioni

San Giovanni Rotondo (FG), Convegno 30 giugno 2015: LE NUOVE NORME ANTINCENDIO PER LE STRUTTURE SANITARIE, IL D.M. 19/03/2015

Daniela Silenziario

Il presente seminario si propone di approfondire le novità legislative introdotte dalla pubblicazione in G.U. del D.M. 19/03/2015 che va ad integrare e sostituire la regola tecnica emanata con il D.M. 18/09/2002 relativamente alle attività sanitarie esistenti che non hanno ancora completato gli adeguamenti prescritti. L’evoluzione normativa permette di distribuire nel tempo gli interventi e quindi di redigere un programma accompagnato da un budget di spesa, prevedendo un arco temporale di 10 anni ed un’articolazione di scadenze per diluire nel tempo l’impatto economico degli interventi da effettuare. Infatti le effettive disponibilità economiche per la sicurezza antincendio, unitamente alle difficoltà di realizzazione degli interventi necessari, sono state fino ad oggi incompatibili con il vigente disposto normativo in materia, rendendo spesso inattuabile l’adeguamento antincendio previsto dal legislatore.

EXPO 2015 manca il pane per nutrire la mente

Vincenzo Lucarelli

A quasi otto giorni dall’inaugurazione espositiva di Milano, imperniata sull’alimentazione, manca il richiamo al cibo come essenziale alimento dello spirito e della mente.

Agli albori dell’era cristiana il nutrimento prevalente era costituito dal pane, mentre, duemila e più anni dopo, nella capitale lombarda sembrerebbe appartenere al firmamento esclusivo della pura gastronomia. Maggiori informazioni

EXPO 2015 alla prima uscita

Vincenzo Lucarelli

L’esposizione universale (ancora) in allestimento, ha tenuto nei giorni scorsi un’anteprima ufficialità, mettendo attorno a 42 tavoli tematici i rappresentanti di 6 miliardi di persone. A riguardo, secondo Carlo Petrini di Slow-Food, i grandi assenti non sono i cosiddetti esperti della materia, ma purtroppo i contadini. Coloro cioè che sono in grado di produrre cibo per alcuni miliardi di persone da sfamare. Specialmente se si tiene conto, che, nel 1950, la terra era in grado di produrre cibo appena per 1 miliardo mezzo su una popolazione che allora ne contava 2 miliardi e mezzo. Maggiori informazioni

Dal principio di precauzione all’ossessione per il rischio zero

Vincenzo Lucarelli

Da alcuni anni, con crescendo impressionante, la prevenzione è stata surclassata dal principio di precauzione, tirato in ballo da un certo lessico ecologista per arginare le conseguenze eventuali di calamità naturali.

Una questione, che pure è stata affrontata nei secoli passati applicando un diverso modo di operare in casi del genere. Il tema, purtroppo, si ripropone ad ogni temporale, quando i fenomeni atmosferici (tutt’ora in corso), vengono apostrofati e ribattezzati con gli appellativi di “bombe d’acqua”. Oppure di “strade allagate e frane inarrestabili”. Persino con “l’assenza di manutenzioni fognarie”, senza che se ne individuino cause e responsabilità. Situazione a cui si pone mano nell’immediato emergenziale per poi ricominciare tutto daccapo alla prossima catastrofe. Cosicché, la tendenza è quella della provvisorietà delle soluzioni, a cui segue tuttavia qualche modesta sanzione, assolutamente inefficace come monito. Maggiori informazioni

Adria provincia di Rovigo 22/09/2014 – 4 morti durante il trattamento di rifiuti industriali

Vincenzo Lucarelli

Non sembra spezzarsi più la catena dei morti in ambienti confinati di lavoro. Questa volta ad Adria, in provincia di Rovigo, con una dinamica uguale a quella di Molfetta l’8 aprile scorso, che fece registrare il duplice infortunio di padre e figlio. O anche di ripensare all’altro di Capua, in provincia di Caserta a settembre 2010. Per non dire di quelli avvenuti nei mesi antecedenti in Puglia e in Piemonte. Nonché, prima ancora, in Liguria, Sicilia, Sardegna e Veneto. Maggiori informazioni

Un probabile assassino a due passi dal centro di Brembate di Sopra

Vincenzo Lucarelli

Dal 26 novembre 2010 giornali e trasmissioni radio-televisive non hanno mai cessato di richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica su alcuni mali del mondo. La scoperta dell’omicida di Yara Gambirasio, ancora una volta fa riemergere alla nostra memoria una riflessione illuminante di Lao Tse. Che in questo online viene riassunta brevemente per la sua sconcertante attualità: Maggiori informazioni